Archive for the ‘Internet’ Category

Oggi sciopero

Questo blog aderisce all’appello di Diritto alla Rete contro il DDl Alfano che imbavaglia Internet  Italiana

SCARICAILLOGOEPUBBLICALO

ringrazio ”Diritto alla Rete’ per l’iniziativa e  mi sento di consigliare, a chi non si fosse imbattuto fino ad ora nel DDL Alfano, di approfondirne i contenuti con l’aiuto di Google, sia per quello che riguarda la Rete, sia per quanto concerne le intercettazioni: è importante.

Opera Mini su Ubuntu

Perchè Opera mini per cellulari su Ubuntu? Non per semplice simulazione, ma per la reale possibilità di usare un  browser che permetta effettivamente navigazioni più  veloci, in caso di connessioni limitanti, quali quelle con gprs o  modem 56k.
Cosa ha di particolare Opera mini? Dietro a questo browser vi sono i server norvegesi di Opera, che, alla  richiesta di url rispondono con pagine  compattate e alleggerite per una visualizzazione  su cellulare: poco peso in termini di kb e buona velocità di visualizzazione anche in gprs.

Come usarlo sul pc con ubuntu?
1) Eseguire MicroEmulator in modalità Resizable Device come indicato al mio precedente post: Programmi java per cellulari su ubuntu

2) Scaricare entrambi i file .jar e .jad  di Opera Mini da www.opera.com , salvarli all’interno della stessa cartella

3) in MicroEmulator  (se non ancora fatto: da Option–>Select Devices –>scegliere  Resizable Device e impostarlo come Default) dalla schermata principale, impostare le dimensioni desiderate della finestra dove apparirà operamini con un click su Resize: io ad es ho impostato  800x 600

4) Aprire il file .jad di opera mini da File–>Open JAD file

5) due click di mouse su operamini per avviare il browser.

operamini800x600

(cliccare sull’immagine per visualizzare la dimensione originale)

P.S.: Per gli amanti del ‘genere’ segnalo anche questo browser per dispositivi mobili, dalle caratteristiche simili a Opera Mini:
Teashark

Oh quant’è bello copiare i post altrui, integralmente però!

Scrivere post, capire che possono essere utili, soprattutto a chi è alle prime armi su un determinato argomento, fa piacere.
A me fa piacere scoprire che i miei post sono linkati, consigliati, anche scoprire che parti di alcune mie guide son riportate su altri blog.
Però mi è capitato di imbattermi in un blog dove ho visto un mio post, copiato integralmente, scritto in modo tale che l’autore del  post risulta essere l’autore del blog: uhm!!!
Poi ho guardato meglio quel blog,  e ogni post che vi ho letto (scritto come se l’autore vero fosse colui che lo ha postato) l’ho trovato in rete già scritto (identico)da qualcun’altro un po’ di tempo prima: uhm, uhm!!!
Ehi (tu autore di *quel* blog),  ma non ti è venuto in mente di mettere, magari come ultima riga, con font piccoli piccoli, un qualcosa tipo ‘post preso su questo blog (link)’ oppure ‘scritto da….’?
Una riga piccola piccola eh, mica con font grossi:)
E poi anche dare uno sguardo ad eventuali licenze presenti (nei blog o siti da cui hai copia.., ops, attinto spunti integrali): nel mio non vi sono licenze, non ci ho mai pensato (per ora), in altri sì.

Elenco dei post da me controllati: Continua a leggere

Ubuntu 8.10 ci porta facilmente in Internet con modem 3G e cellulari

Con Ubuntu 8.10 (Intrepid Ibex) ed il suo nuovo supporto per il 3G, connettersi ad internet con modem umts/hsdpa o cellulari è, nella maggior parte di casi, di gran semplicità: l’ho scritto già nei commenti del mio  ‘vodafone  internet key ubuntu e non solo‘ (scritto ai tempi di Gutsy)  e lo ripeto qui, in questo post che  ho pensato di fare per chi a linux (diciamo ubuntu nello specifico)  si è avvicinato da poco,  e per chi,  prima di ‘fare’,  può trovare utile vedere qualche schermata che racconta ‘come si fa’.
Continua a leggere

Misura la censura del tuo provider



Censura: controllo delle forme di espressione da parte dell’autorità.

Nei giorni scorsi The Pirate Bay, il sito Internet dedicato all’indicizzazione dei file .torrent, è stato oscurato alla vista degli utenti italiani con un provvedimento di sequestro preventivo (ordine di blocco delle risoluzioni DNS agli operatori italiani).
E’ stato subito attivato un nuovo sito per aggirare il problema, www.labaia.org, ma anche questo è stato bloccato da alcuni isp.

Nasce così un progetto che ha lo scopo di monitorare, per quanto possibile, lo stato della censura in Italia: al momento opera tramite la diffusione di un web widget, fornito da Tophost, che possiamo vedere all’opera su questa pagina:
http://elihh.altervista.org/censura.html
L’impegno degli ideatori del progetto è di rendere pubblici i dati raccolti. Non si tratterà forse di un campione statistico, ma sicuramente potremmo avere una ‘fotografia’ sulla censura della rete in Italia, di sicuro interesse.
Per contribuire alla diffusione del widget (ed alla raccolta dati) mettendolo semplicemente sul proprio sito o blog, basta seguire le semplici istruzioni riportate in questa pagina:
http://censura.tophost.it/widget/
Purtroppo non lo si può inserire in wordpress.com, la piattaforma che ospita il mio e tanti altri blog, dal momento che è inibito l’uso di javascript (per questo ho creato un link esterno al blog)

♦♦♦

Il mio pensiero è che la neutralità della Rete debba essere garantita. Laddove vi siano rilevanze penali, devono essere colpiti direttamente coloro che ne sono responsabili.
Mettere la benda non elimina il reato.


“Ogni bit nasce uguale e ha lo stesso diritto degli altri di essere portato a destinazione”

(non so chi abbia scritto questa frase, ma è molto bella)